• La redazione

CINEMA - JOKER: DUE FILM PER UN PERSONAGGIO

Aggiornato il: mar 2

Joker è un personaggio immaginario, creato dalla DC Comics nel 1940 simultaneamente alla creazione di Batman, di cui è l’antagonista. I due si scontrano a Gotham City, città natale di entrambi. Joker viene rappresentato come una faccia da clown dipinta sul volto e vestito elegantemente. Pur essendo stato interpretato da diversi attori (Cesar Romero, Jack Nicholson, Hugo Blick, David U. Hodges, Roger Stoneburne, Joshua Andrew, Koenig Heath, Ledger Jared, Leto Chris Heaven e Joaquine Phoenix), le sue caratteristiche rimangono le stesse. Considerato psicopatico, sadico, allegro, crudele, eccentrico e carismatico, è probabilmente uno dei più inquietanti supercattivi mai creato. Appare non solo in Batman ma anche in Suicide Squad e in diverse biografie sul suo conto. È un personaggio molto intelligente, con conoscenze di chimica, ingegneria ed esplosivi. Non possiede armi particolari, ma ama creare illusioni e fare scherzi, utilizza spesso piccole bombe fabbricate da lui stesso e alcuni tipi di gas, solitamente nervino o soporifero.  

Tra i film più famosi che lo riguardano, in particolare ne “Il Cavaliere Oscuro” e l’ultimo “Joker” ho rilevato alcune caratteristiche interessanti del personaggio.

Il cavaliere oscuro – (Heath Ledger)

In questo film vediamo per la prima volta nella trilogia il personaggio di Joker. Qui è rappresentato come un supercattivo abilissimo a manipolare a proprio favore fatti accaduti e persone. Oltretutto riesce a trasformare i soggetti più eroici della saga in suoi complici. Dal punto di vista comportamentale non è per nulla allegro, non sembra un clown maniaco, ma semplicemente un pazzo senza freni ne regole. Però riesce a fondere il fatto di essere pazzo, con quello di essere estremamente intelligente e deduttivo. Il suo punto di forza è essere imprevedibile, difatti ha sempre un asso nella manica da tirar fuori al momento opportuno. In questo caso particolare è poco enfatizzata la pazzia, il regista si è voluto concentrare molto di più sulla sfera criminale.

Joker –la biografia (Joaquin Phoenix) 

Il film parla della vita di Joker, il cui vero nome è Arthur Fleck, prima che diventi un super cattivo. In questo film si vuole portare l’attenzione non sull’aspetto criminale del personaggio, ma sulla Sua sfera psicologica. Si parla molto della sua vita personale, all’inizio scopriamo che si sente addirittura in colpa di avere commesso i primi omicidi, ma con il passare del tempo diventano una necessità. La scintilla che fa sprofondare Arthur nella criminalità è la scoperta del suo torbido passato di cui non era a conoscenza: il suo disturbo della risata è dovuto alle violenze subite da parte della madre quand’era solo un bambino. Da qui Fleck si maschera da Joker, un clown travestito, perché il suo primo lavoro era proprio fare il clown in mezzo alla strada del suo quartiere. Il film è molto bello anche se non fa sembrare il personaggio un super cattivo tradizionale, ma un povero pazzo che non ha il controllo di quello che fa.


Damiano Casagrande

11 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now