• La redazione

#FRIDAYSFORFUTURE A VITTORIO VENETO: STUDENTI DENUNCIANO EMERGENZA SEMPRE PIù GRAVE

Aggiornato il: mar 2

Il 27 settembre 2019, come molti studenti, sono andata alla manifestazione studentesca indotta da #Fridaysforfuture a Vittorio Veneto.

Alla manifestazione hanno partecipato centinaia di studenti da tutte le scuole del vittoriese e del coneglianese.  La manifestazione è iniziata alle 8.00 e, come nei precedenti scioperi, noi ragazzi ci siamo riuniti in Piazza del Popolo per discutere su ciò che il cambiamento climatico sta provocando e sui rimedi che potremmo adottare nel nostro territorio. A parlare davanti alla porta del municipio erano gli studenti del Liceo Flaminio, ma chiunque volesse dire la sua poteva esprimersi. Durante il dibattito noi studenti abbiamo espresso le nostre opinioni e le richieste che potremmo attuare per ridurre l’inquinamento nel nostro territorio. Abbiamo chiesto alle imprese di passare alle energie pulite per ridurre le emissioni di gas serra, tenendo comunque conto che anche ognuno di noi deve fare la sua parte.

Alle 11.00 il programma della manifestazione prevedeva di camminare da Piazza del Popolo fino all’area Parco Fenderl e piantare un albero come simbolo del movimento. Il significato dell’albero è la tenacia e la forza del movimento, che con il passare del tempo crescerà e darà i suoi frutti portando, magari un giorno, alla riconversione ecologica e al raggiungimento della giustizia climatica.

In conclusione credo che le manifestazioni organizzate da #Fridaysforfuture siano utili perché fanno capire alle persone che sono al potere e alle generazioni che vengono prima della nostra la serietà di questo problema. Non credo che le generazioni passate non capiscano perfettamente il problema, ma noi giovani siamo nati in un mondo in cui questa emergenza si sta aggravando sempre di più e quindi ne sentiamo di più la pressione. La speranza di noi giovani è che, attraverso questo movimento, i grandi della Terra e le persone che ancora non ci credono capiscano quanto questa questione è da prendere con serietà.


Silvia Da Ros

0 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now